Al giorno d’oggi ci troviamo ad affrontare, sempre per mantenere o migliorare il nostro stato di benessere fisico e mentale, una quantità di piccoli e grandi problemi che originano dalla qualità di vita che coscientemente o no siamo obbligati a condurre. Apparentemente si vive bene, abbiamo comodità, tecnologia, cibo a volontà, abiti a scelta, viaggi, casa e così via. Realmente si vive abbastanza male, perché il cibo non è della massima qualità per i motivi che conosciamo bene, l’ambiente è compromesso in tutti i suoi distretti (aria, acqua, terreno), e in più le abitudini stesse, in quanto mangiamo quando si può e di corsa, dormiamo quando si può e quanto si può. Allora capita sempre più di frequente di sentire qualcuno che dice “sono intossicato, ho le analisi del sangue che dicono che il fegato è ingrossato, ho sempre un sapore amaro in bocca, ho la pelle brutta, etc., eppure sto molto attento a mangiare, non bevo alcool, non fumo, non ho vizi... mah! chi ci capisce è bravo!”. Ma non tutti sanno che il corpo assorbe tossine e inquinanti ambientali semplicemente respirando o attraverso la pelle e per di più li assorbe mangiando cibi trattati con antiparassitari e fitofarmaci e con l’acqua assorbe gli scarichi industriali penetrati nelle falde acquifere e quindi tranquillamente e sicuramente si intossica. Il CLEAN 9: Vediamo come consigliare il CLEAN 9. Da quanto sopra esposto possiamo ragionevolmente, portando nel discorso di motivazione per il cliente gli esempi di cui sopra a cui quasi nessuno sfugge al giorno d’oggi, dare per scontato che abbiamo di fronte a noi una persona con problemi di intossicazione in generale quindi è logico e professionalmente serio proporre di (CLEAN) pulire il sistema organico in un tempo abbastanza breve (9 giorni). A questo punto entra in gioco la nostra professionalità a cui non dobbiamo mai venir meno. Infatti se promettiamo con l’uso del Clean 9 la perdita di peso e di centimetri di circonferenza commettiamo un errore grossolano, rischiamo la brutta figura e anche di sentirci chiedere indietro il denaro speso in omaggio alla garanzia “soddisfatti o rimborsati”. Il perché di ciò è semplice, infatti non tutte le persone intossicate sono anche in sovrappeso e soprattutto non tutte le persone grasse riescono a perdere peso e centimetri in soli 9 giorni di dieta disintossicante. Va anche considerato che il Clean9 apporta una quantità di nutrienti perfettamente in grado di mantenere ottimale lo stato energetico della persona e non è vero che solo il pane, la pasta e i dolci sono responsabili del grasso accumulato da alcune persone, per alcuni anche i semplici nutrienti sono capaci di trasformarsi in grasso. Dietro questo possiamo trovare problemi metabolici, problemi endocrini (tiroide etc), sedentarietà e così via. In tali casi riusciremo sicuramente a disintossicare la persona ma altrettanto sicuramente questa non perderà un grammo e neanche un centimetro. Se avete promesso una perdita di peso il cliente vi dirà che non ha avuto gli effetti che si aspettava e, oltre la brutta figura, vi chiederà indietro il denaro pagato. Ricordate bene Il CLEAN 9 è un mezzo per scaricare tossine e per iniziare un nuovo stile di vita. Sarà l’insieme della disintossicazione e di un corretto stile di vita, un poco per volta a portare come conseguenza anche i il dimagrimento

C9: programma di purificazione ed eliminazione scorie

FOREVER POMESTEEN POWER! Questo mese ho voluto dedicare lo spazio al FOREVER POMESTEEN POWER. Molti di voi sicuramente saranno informati sul fatto che esso agisce come antiossidante. Ma cosa vuol dire antiossidante? Vediamo un attimo di approfondire partendo dallo specificare cosa sono i radicali liberi, come agiscono e quali fattori contribuiscano a formarli. Poi sarà interessante vedere quali sono i nemici di questi famosi radicali liberi, cioè gli antiossidanti. Così arriveremo a capire quanta potenza ed utilità si cela dietro ad un prodotto così eccezionale ed utile a tutti noi come il FOREVER POMESTEEN POWER. I radicali liberi sono prodotti di scarto che si formano naturalmente all’interno delle cellule del corpo quando l’ossigeno viene utilizzato nei processi metabolici per produrre energia. Se sono in quantità minima aiutano il sistema immunitario nell’eliminazione dei germi e nella difesa dei batteri. Dal punto di vista biochimico, i radicali liberi sono delle molecole particolarmente instabili in quanto possiedono solo un elettrone anziché due. Questo li porta a ricercare un equilibrio appropriandosi dell’elettrone delle altre molecole con le quali vengono a contatto, molecole che diventano instabili e che a loro volta ricercano un elettrone e così via, innescando un meccanismo di instabilità a catena. Questa reazione può durare da alcuni secondi ad alcune ore e può essere ridimensionata o arrestata dall’attività dei vari agenti antiossidanti. Durante il metabolismo cellulare i radicali liberi prodotti vengono trasformati in perossido di idrogeno che è tossico e dannoso per le strutture cellulari. Il perossido di idrogeno grazie all’enzima catalasi e al glutatione (attività del fegato) viene ridotto in ossigeno e acqua. L’ossigeno e l’acqua possono ora essere escreti dal corpo attraverso l’urina, il sudore e la respirazione. Gli ulteriori radicali liberi presenti possono essere resi inattivi grazie all’azione degli agenti antiossidanti che, interagendo con l’elettrone mancante, permettono ai sistemi enzimatici della cellula di neutralizzarli. Vediamo ora qual è l’azione che esercitano i radicali liberi sul nostro organismo. L’azione distruttiva è indirizzata soprattutto alle cellule, in particolare sui grassi che formano le membrane, sugli zuccheri e sui fosfati, sulle proteine, specialmente sul DNA dove alterano le informazioni genetiche. L’azione continuativa dei radicali liberi si evidenzia soprattutto nel precoce invecchiamento delle cellule e l’insorgere di varie patologie gravi come il cancro, malattie cardiovascolari, diabete, sclerosi multipla, artrite reumatoide, enfisema polmonare, cataratta, morbo di Parkinson e Alzheimer, dermatiti, etc.. Oltre al naturale processo metabolico cellulare vi sono altri fattori che contribuiscono alla produzione di radicali liberi ed è importante considerarli per dare il giusto peso alla necessità per ognuno di noi di integrare quotidianamente con un prodotto come il FOREVER POMESTEEN POWER. Questi altri fattori sono: • disfunzioni e stati patologici; • ischemia dei tessuti con conseguente riduzione dell’apporto del sangue; • diete troppo ricche di proteine e grassi animali; • alimenti non tollerati; • presenza di un eccesso di ferro; • azione dei gas inquinanti e delle sostanze tossiche in genere; • fumo e alcool; • radiazioni ionizzanti e quelle solari; • attività fisica intensa. Contro nemici così pericolosi come i radicali liberi cosa possiamo fare? Possiamo da un lato favorire l’attività epatica dall’altro introdurre quelli che vengono chiamati agenti antiossidanti e che hanno appunto la capacità di inibire l’azione dei radicali fornendo loro gli elettroni di cui sono privi e quindi riportando equilibrio chimico. I principali agenti antiossidanti sono: • pigmenti vegetali: polifenoli e bioflavonoidi; • vitamine: VitC, VitE, betacarotene (provitA): • micronutrienti ed enzimi: selenio, zinco, rame, glutatione, coenzima 10, melatonina, acido urico ecc.. Una cosa è però da evidenziare e da tenere nella dovuta considerazione. Ciascun agente antiossidante ha un raggio d’azione limitato ad uno o due specifici radicali liberi. Pertanto solo una dieta completa ed equilibrata può garantire un’efficace azione antiossidante. A proposito di dieta facciamo una riflessione perché sicuramente molti di voi si domanderanno se con una accurata dieta sarebbe possibile introdurre la quantità opportuna di agenti antiossidanti. Senza andare a specificare numeri e tabelle mi sento di dirvi che la quantità di frutta e verdura che dovremmo mangiare è uno sproposito e anche se foste così bravi rimane il fatto che la frutta e verdura di oggi è ben lontana dalle tabelle nutrizionali di un tempo. Voglio dire che introdurreste sicuramente molta fibra ma ben poche vitamine e micronutrienti. Ecco perché sarà molto più saggio integrare con un prodotto come il FOREVER POMESTEEN POWER piuttosto che illudersi di poter combattere i radicali liberi con la sola dieta. Andiamo ora a vedere in cosa consiste la grande efficacia di questo nuovo prodotto. Partiamo con il prendere in esami i suoi componenti: • succo di Melograno; • succo di Pera; • succo di Garcinia Mangostane; • succo di Lampone; • succo di Mora Selvatica; • olio di semi di chicchi d’uva. Esiste una tabella denominata “Classifica ORAC” che mette in ordine i vari frutti e vegetali a seconda della loro capacità di inibire l’azione dei radicali liberi. Ebbene si, tutti gli ingredienti del nostro succo sono fra i primi in classifica. L’unico che non compare fra i primi è il succo di Pera, usato per togliere l’acidità, tipica dei frutti di bosco, e densità al prodotto. Gli ingredienti più importanti da considerare sono il Melograno e la Garcinia Mangostane. Il Melograno è una pianta originaria dell’Africa Settentrionale e dei Monti del Caucaso. Assomiglia ad una mela ricca di semi. Gli usi tradizionali di questa pianta hanno radici molto antiche. Il Melograno è descritto addirittura in un papiro del 1550 prima di Cristo. Le numerose proprietà dalla tradizione popolare sono state successivamente confermate dalla medicina ufficiale. Degna di segnalazione è soprattutto la presenza di composti di carattere fenolico in particolar modo all’acido ellagico. La Garcinia Mangostane è un frutto originario dalle Isole di Sonda. E’ simile ad un’arancia però delle dimensioni di una albicocca. Ha ben 34 xantoni, VitB e VitC. Gli Xantoni sono dei potenti antiossidanti perché lavorano soprattutto a livello di membrana cellulare e sono molto efficaci per le dislepidemie. Gli altri ingredienti sono tutti ricchi sia di agenti antiossidanti che Vit del gruppo A, C ed E che minerali. Quali sono le modalità di assunzione del FOREVER POMESTEEN POWER? La dose giornaliera è di 30 ml al giorno divisi in due razioni. Praticamente potete assumerlo insieme all’Aloe. Una volta aperto il flacone va riposto in frigorifero. L’azienda ne consiglia l’uso per almeno un mese. Noi sappiamo che questo è il periodo minimo di assunzione per vedere in pieno gli esiti positivi. Rimane il fatto che il suo uso può essere, anzi è consigliabile che sia, illimitato. Chiunque può assumere questo prodotto e trarne beneficio, nessuno di noi è escluso dalla produzione di radicali liberi. Consideriamo anche che ogni singolo ingrediente ha delle proprie caratteristiche che li rendono utili in svariate situazioni. In generale il prodotto è anche un buonissimo energetico vista la sua ricchezza di minerali e vitamine. Il dosaggio può essere raddoppiato nel caso in cui vi sia già una patologia in atto. Non ha molto senso eccedere nei dosaggi suddetti in quanto l’azione antiossidante è garantita nella quantità prescritte. Mi permetto solo di darvi una raccomandazione. Il FOREVER POMESTEEN POWER è composto per la maggior parte da frutti ricchi di pigmento. Persone con pelle molto chiara e/o sensibile potrebbero reagire con infiammazioni a carico della pelle. Ancora i frutti di bosco hanno azione astringente. Vi consiglio quindi in questi casi, e a scopo prudenziale, di consigliare un inizio a dosaggi minimi del prodotto che andrete poi ad aumentare di settimana in settimana fino al dosaggio consigliato. Si raccomanda altresì di bere abbondantemente. Non dimenticate mai che il bere è il primo e fondamentale passo per il benessere dell’organismo.

POMESTEEN: antiossidante naturale

ULTIMI ARTICOLI DEL BLOG


Hai bisogno di Aiuto? Compila il Form qui sotto e verrai ricontattato!